Ultima modifica: 23 maggio 2017
Liceo Classico Torquato Tasso Salerno > Circolari > Piano di triennale di formazione docenti 2016-2019.Attivazione piattaforma digitale

Piano di triennale di formazione docenti 2016-2019.Attivazione piattaforma digitale

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione generale per il personale scolastico

Ai Direttori Generali degli U.U.S.S.R.R.
Alle associazioni professionali e agli enti di formazione
Alle Università, e agli enti di ricerca
Ai dirigenti delle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado e p.c. Al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione

Oggetto: Piano di triennale di formazione docenti 2016-2019.Attivazione piattaforma digitale S.O.F.I.A.: Il Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento

Come è noto, il piano triennale di formazione docenti 2016-2019 prevede, nell’ambito delle azioni di sistema, la realizzazione di una piattaforma digitale che segua la formazione in servizio dei docenti, consentendo da un lato di documentare e valorizzare il percorso professionale e la storia formativa di ogni insegnante e dall’altro di innalzare la qualità delle iniziative attraverso un incontro tra domanda e offerta di formazione, l’una sempre più centrata sui bisogni dei destinatari e l’altra sempre più orientata alle reali esigenze del mondo della scuola.

La piattaforma digitale S.O.F.I.A. per la gestione della formazione, che verrà aperta ai docenti il 22 maggio 2017, rappresenta pertanto un elemento cardine che ha l’obiettivo di migliorare la qualità della formazione e di sostenere un nuovo sistema per lo sviluppo professionale continuo dei docenti.

In particolare la nuova piattaforma digitale per la formazione prevede di gestire, gradualmente:

  1. l’offerta di formazione
  2. la domanda di formazione

1 L’offerta di formazione

I soggetti accreditati/qualificati ai sensi della Direttiva n.170/2016, possono entrare nella piattaforma sofia.istruzione.it dal 1 febbraio 2017, e hanno la facoltà di inserire le proprie iniziative formative all’interno di un catalogo che sarà progressivamente consultabile, in una seconda fase, da parte dei docenti, a partire dal 22 maggio 2017.

Ciascuna iniziativa formativa è caratterizzata da una serie di informazioni strutturate che gli enti devono inserire a sistema, tra cui:

  1. Il titolo dell’iniziativa formativa;
  2. gli obiettivi e una descrizione sintetica;
  3. gli ambiti specifici e trasversali previsti dall’allegato alla direttiva n.170/2016;
  4. il programma, la durata, l’eventuale direttore del corso e i formatori previsti;
  5. le competenze “attese” in uscita.

A ciascuna iniziativa formativa saranno associate una o più edizioni. Le edizioni sono caratterizzate, tra l’altro, da:

  1. il periodo di tempo previsto per l’iscrizione,
  2. il luogo e la durata dello svolgimento del percorso formativo,
  3. il nominativo e il curriculum dei formatori specifici per l’edizione,
  4. le eventuali risorse didattiche allegate ( dispense, bibliografia, etc.).

Gli enti potranno gestire attraverso questa piattaforma anche le iscrizioni, prelevare l’elenco dei partecipanti in formato aperto, attestare le presenze e rilasciare l’attestato, del quale verrà messo a disposizione un modello (attraverso l’upload di un file in formato pdf). Inoltre potranno, in qualsiasi momento, accedere al catalogo delle iniziative formative presenti in piattaforma in modo da programmare e pianificare le iniziative formative consultando anche l’offerta di formazione degli altri Enti.

Le istituzioni scolastiche (le scuole capo-fila della formazione, le singole scuole, etc.), accedendo tramite le stesse credenziali utilizzate per il servizio Istanze on-line, dovranno inserire le iniziative formative relative al piano di formazione triennale 2016-2019, al fine di garantirne la successiva attestazione ed eventuali monitoraggi.

Gli enti di cui all’ articolo 1 comma 5 della Direttiva n.170/2016 di per sé accreditati (Università, consorzi universitari e interuniversitari, enti di ricerca, AFAM, etc.) dovranno preventivamente registrarsi sulla piattaforma attraverso il link: sofia.istruzione.it.

2. La domanda di formazione

I docenti attraverso la piattaforma digitale per la formazione (sofia.istruzione.it), potranno accedere al manuale d’uso, al video tutorial e consultare il catalogo via via disponibile, delle iniziative formative offerte dagli Enti accreditati ed iscriversi ai relativi percorsi formativi. In pratica nel catalogo saranno visibili le iniziative realizzate sia dagli enti/associazioni Accreditati/qualificati, sia quelle proposte dai soggetti di per sé qualificati per la formazione art.1 commi 5-6 Direttiva n.170/2016) quali, ad esempio, le scuole del sistema nazionale di istruzione e le Istituzioni Universitarie.

Una volta terminato il percorso formativo, che verrà comunque svolto al di fuori di tale piattaforma (attraverso attività in presenza, sistemi di e-learning, siti web on-line, laboratoriali, di ricerca-azione, etc.), i soggetti sopra indicati, dovranno attestare la presenza dei docenti (avendo rilevato la partecipazione ad almeno il 75% del totale delle ore previste dall’iniziativa) attraverso una specifica funzione prevista sulla piattaforma. Ogni percorso formativo sarà quindi valutato dai docenti partecipanti attraverso un questionario di gradimento progettato sulla base della “checklist” per la qualità prevista nel Piano di formazione docenti 2016-2019. La compilazione del questionario costituisce un vincolo all’effettivo rilascio dell’attestato di partecipazione da parte del soggetto che ha erogato la formazione.

Successivamente, in una sezione del sito riservata al singolo docente, sarà consultabile l’attestato di partecipazione all’iniziativa formativa svolta. Tale attestato sarà configurato per ciascun docente, sulla base di un format che verrà messo a disposizione sulla piattaforma. Nell’area riservata il docente potrà accedere all’intero elenco dei percorsi formativi svolti ai quali ha partecipato. Per ciascun percorso sarà possibile visionare il relativo attestato e le seguenti informazioni: il programma, la durata, i relatori ed i relativi curriculum, le competenze in uscita e i link agli eventuali materiali didattici. In tal modo sarà quindi possibile uniformare la documentazione che caratterizza ciascun percorso formativo, andando oltre la semplice attestazione di una attività formativa in termini di ore svolte. L’elenco dei percorsi di formazione svolti dal docente costituirà una vera e propria “storia formativa” e sarà la base per la realizzazione di un portfolio professionale, al quale saranno aggiunti, in seguito, gli ulteriori aspetti dell’anagrafe della professionalità, del bilancio di competenze nonché ulteriori elementi di documentazione della propria attività didattica. Il prototipo di portfolio professionale è al momento in fase di studio.

Al fine di garantire la confluenza delle attestazioni dei percorsi svolti nella “storia formativa” è necessario che i docenti si iscrivano alle iniziative formative attraverso la piattaforma.

Per quanto concerne le iniziative formative svolte dai docenti ed attestate dagli enti e dalle scuole prima dell’attivazione della piattaforma, queste potranno essere inserite dai docenti successivamente, purché conformi con quanto previsto dal Piano di formazione triennale 2016- 2019, secondo modalità che verranno definite dalla Direzione generale per il personale scolastico.

Nell’auspicare la fattiva collaborazione di tutte le strutture impegnate nell’attuazione del piano di formazione si prega a codesti U.U.S.S.R.R. di voler trasmettere la presente nota alle istituzioni scolastiche di rispettiva competenza affinché venga garantita la piena diffusione della presente nota ai dirigenti scolastici e ai docenti. Si resta a disposizione per ogni utile azione di approfondimento.

Il DIRETTORE GENERALE
Maria Maddalena Novelli
Documento firmato digitalmente ai sensi del c.d.
Codice dell’Amministrazione Digitale e normativa connessa.

Link vai su