Ultima modifica: 23 Gen 2017
Liceo Classico Torquato Tasso Salerno > News > Incontro con lo psicoterapeuta Domenico Barrilà

Incontro con lo psicoterapeuta Domenico Barrilà

Siamo lieti di invitare le famiglie dei nostri allievi, i docenti ed i genitori tutti che abbiano voglia di approfondire le dinamiche dell’ “incontro-scontro generazionale” al dialogo con lo psicoterapeuta Domenico Barrilà, organizzato in collaborazione con la BIMED, giovedì 26 gennaio alle ore 16,30 nell’Aula Magna del nostro Liceo.

Domenico Barillà mostra come occorra osservare i nostri figli e i ragazzi in generale con un occhio completamente libero da pregiudizi e falsi preconcetti, per riuscire a comprenderli davvero.
Un pregiudizio è un errore che si ripete all’infinito, e i ragazzi ne sono le vittime preferite. La psicologia, spesso inconsapevolmente, si è resa complice di questa deriva, contribuendo al loro inscatolamento all’interno di categorie remote, create quando si andava ancora con la carrozza a cavalli e la speranza di vita non superava i cinquant’anni.
Basterebbero queste affermazioni per renderci prudenti sulla pretesa di risolvere tutto con un libro: il rischio di rimanere delusi è dietro l’angolo, perché troppi cancelli, pesanti, si sono chiusi nel frattempo intorno ai ragazzi. Occorre fare di più, per evitare questo rischio. Ricordare, innanzitutto, che i ragazzi non sono una categoria sociale ma individui, quindi se smettiamo di identificarli con il “voi”, pensandoli come gruppo indistinto, e passiamo al “tu”, facendone delle persone, siamo sulla buona strada.

Possiamo, o forse dobbiamo, rifare il percorso cancellando tutti i cartelli indicatori che ci portano fuori strada e piantandone di nuovi. Non è difficile: basta capire dove volgere lo sguardo, e così si potranno fare scoperte sorprendenti e finalmente incontrare i nostri figli per quello che sono davvero e non per quello che ci siamo messi in mente da prima che nascessero.
Un libro per sfuggire al pregiudizio che deforma gli sguardi di noi adulti e trasforma i nostri figli in oggetti misteriosi, spesso in estranei.

Vi aspettiamo numerosi

Il Dirigente Scolastico
Prof.ssa Carmela Santarcangelo

 

Link vai su